polycolor...in alternativa

Sezione dedicata ai colori e non solo
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 235
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: polycolor...in alternativa

Messaggio da axlrio72 »

capito..
per i grumi quello che succede a me è che per i primi minuti esce tutto fluido, dopo una decina di minuti anche pulendo l'ago o dando una bella spruzzata piena su un foglio di appoggio appena vado a cercare di ri spruzzare fine mi esce a tratti o comunque con la stessa apertura tende a non uscire, quindi devo aprire un pò di più e poi esce tutto insieme...

Non si vedono grumi a occhio... però spruzzando si perde la fluidità dell'inizio... con alcuni colori più, con altri meno... il nero opaco è uno di quelli che lo fa di più.... se uso solo acqua questo succede meno...

Ho visto il liquitex su Amazon, proverò presto... :-), sono troppo curioso.

Grazie per i consigli.
Avatar utente
Carlitos
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/02/2019, 23:13
Località: Cosenza

Re: polycolor...in alternativa

Messaggio da Carlitos »

Fish99 uso la proporzione riportata in etichetta ossia per 20 parti di acqua 1 di prodotto flow-aid (volendo ci si può aggiungere una goccina di glicerina liquida su un totale di 120ml più o meno). Logicamente scrivo solo acqua ma intendo la demineralizzata.
Le prime volte sembrava non cambiasse nulla ma poi man mano che mi impratichivo con la storia del compromesso fra pressione diluizione e distanza dal supporto ho notato un effettivo miglioramento nella stesura del colore.
Comunque resto del parere che se anche alcuni addittivi possano aiutare più di altri, il migliore è la pratica. Di miscugli ne ho fatti tantissimi ed altrettanti sono stati gli intoppi, però più pratica faccio e più mi accorgo che alcuni dipendono da me.
Avvolte quando lascio passare troppo tempo senza aerografare mi capita di ricadere in problematiche che pensavo aver superato, poi dopo un pò ne rivengo a capo.
Il fatto che dopo un poco tende a non fuoriuscire colore per poi sparare di botto mi capita anche a me, specie se stò effettuando manovre di fino, diciamo così :-) allora cerco di capire se possa dipendere da un non corretto bilanciamento fra la pressione selezionata e la viscosità del colore di turno e purtroppo per far questo bisogna appunto mettersi lì col foglio di prova e fare ... prove su prove.
In alcuni casi ho notato che può anche dipendere da quanto tempo il colore staziona nella coppetta poichè forse avviene una sorta di ristagno del pigmento che ne modifica la fluidità, difatti dando una rimischiata o aggiungendo una goccina di acqua tutto ritornava normale e soprattutto ho dovuto imparare a gestire la penna facendo piccoli e continui movimenti sul tasto soprattutto nelle realizzazioni del dettaglio.
Purtroppo non ci stà una formula magica con la quale si può mantenere costante la tipologia di lavorazione che si deve eseguire, credo che solo l'esperienza data dalla continua pratica sia l'unica risposta valida :-)
Forse mi sbaglierò ma da quanto mi hanno sempre detto i più esperti sia qui nel forum che in altri lidi credo che sia così :-)
Avatar utente
fish99
Messaggi: 235
Iscritto il: 06/02/2019, 15:09
Località: AnzolaEmilia(Bo)

Re: polycolor...in alternativa

Messaggio da fish99 »

grazie della risposta, voglio tenere anche io una boccetta nel caso di colori molto densi per cercare di miscelarli al meglio senza tappare l'aerografo
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 368
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: polycolor...in alternativa

Messaggio da aeropenna »

tenete presente che se il colore ristagna parecchio nella coppa colore, può avvenire che i componenti si separino, che il pigmento si depositi in basso e l'acqua in alto,o viceversa, data la diversità di peso dei due prodotti, quindi se non fate cambi frequenti, miscelate con un pennellino il prodotto nella coppa colore o come dice carlo, aggiungete un poco di acqua in più....e sopratutto, agitate sempre molto bene il colore nelle boccette, prima dell'uso.
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Rispondi