trasparente finale in alternativa

Sezione dedicata alla personalizzazione ad aerografo di qualsiasi oggetto
Avatar utente
pdani
Messaggi: 98
Iscritto il: 13/08/2018, 15:14
Località: Padova
Contatta:

Re: trasparente finale in alternativa

Messaggioda pdani » 04/05/2019, 22:19

Sono stato un pò troppo sintetico nella domanda, intendevo se la bordatura provvisoria si è appiccicata alla resina creando problemi una volta tolta.
Da quello che dici bisognerebbe usare un materiale molto liscio dove non vuoi che la resina attacchi, giusto?

Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 193
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Messaggioda aeropenna » 05/05/2019, 6:49

Dici bene, un cartoncino potrebbe rimanere appiccicato quando lo si stacca, come ho detto, un materiale plastico liscio, si staccherebbe senza problemi, ma non ne avevo..in alcuni filmati ho visto che usano fare un bordo con nastro adesivo tipo da imballaggio....ma forse è meglio come dice carlo, lasciarla colare anche sui bordi, così eliminiamo il problema.
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola

Avatar utente
Carlitos
Messaggi: 151
Iscritto il: 07/02/2019, 23:13
Località: Cosenza

Messaggioda Carlitos » 05/05/2019, 10:14

Volendo si possono fare le cassaforme, tipo come in questo caso, ma è consigliabile che oltre ai bordi ci sia anche una parete di fondo, facendo così di solito si mette del silicone a chiudere le linee di contatto delle pareti interne e poi si dà su tutte le superfici un distaccante che si trova anche in bomboletta spray.
Logicamente più le pareti della cassaforma sono lisce è meglio è. Però la resina di poco a poco tende sempre ad infiltrarsi poichè ha un alto potere penetrante.
Quindi il più delle volte la colata in cassaforma è meglio impiegarla quando si deve eseguire un volume, quando si vuole inglobare un qualcosa o magari un riempimento fra due pezzi che poi una volta distaccato dalla cassaforma diverrà unico, e dovranno esser almeno in parte ritoccati in modi più o meno incisivi a seconda del grado di infiltrazione.

Avatar utente
ArteKaos
Messaggi: 36
Iscritto il: 02/04/2019, 16:02
Località: Bologna
Contatta:

Messaggioda ArteKaos » 25/05/2019, 14:42

Eccellente rendiconto Enrico!
Grazie per aver condiviso questa esperienza!! :twisted:

Immagine

L'avevo già visto questo prodotto, ma non mi ero mai attentato ad usarla, perchè ho quasi sempre usato altosolido bicomponente.

Per quello che rguarda il fatto che quando hai versato hai avuto zone opache, potrebbe essere dovuto al fatto di temperatura di utilizzo.
A volte, e tu lo sai bene, una giornata umida può cambiare il modo in cui reagiscono le resine.
Per questo nei forni da carrozzeria, puoi regolare non solo ventilazione ed eliminare umidità, ma anche la temperatura di utilizzo della vernice.
You can do it....
Airbrush is Art!
ArteKaos

Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 193
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Messaggioda aeropenna » 25/05/2019, 16:59

Hai ragione Ale!!!!...girando sul loro sito, dicono di evitare le giornate umide per ovvie ragioni....però nei primi esperimenti con la resina, non avevo il termoriscaldatore...ed avevo miscelato per poco tempo...la resina quindi non era amalgamata a dovere, e spatolando per stenderla, i due componenti tendevano a separarsi come acqua ed olio....poi con la pratica, le cose stanno migliorando....
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola

amar
Messaggi: 22
Iscritto il: 21/01/2019, 17:52

Messaggioda amar » 08/07/2019, 5:36

ciao Enrico, anche io uso questa resina per altri scopi. cosa curiosa quando sono andato al negozio di materiali per imbarcazioni, dove hanno tutte le resine che uso, mi ha detto il banconista che questa la usano gli aerografisti per proteggere i lavori. immagina lo stupore mio nel sentire lui che mi parlava di questo senza sapere che un po' conoscevo sto benedetto aerografo. comunque mi spiegava che questa resina è da laminatura, non per spessori importanti, come le altre resine che uso che diventano più dure ma ingialliscono (sempre epossidiche). mentre questa rimane un po più flessibile ed elastica ( che serve al caso). io l'ho usata per creare una coppa colore un po trasparente e per rivestire i manici colorati dei miei aerografi ( metodo triplo strato) perché mi serviva non gialla, ma purttoppo con meno durezza. come le resine epossidiche temono l'umidità. su questa ho notato l'eccessivo formarsi di bollicine nel mescolarla, e mentre quella per spessori (che però ingiallisce) ne fa meno e scaldata col phon spariscono, questa molto meno. se scaldata prima si accelera la catalizzazione e, dove serve, aspetto un bel po' e quando è più dura che si fatica a prendere (tipo miele molto denso) la applico dove serve riscaldandola per rifluidificarla e appena stesa si raffredda quasi subito e solidifica presto evitando di stare a ruotarla in continuazione per evitare colature (quasi come una colla a caldo).


Torna a “Custom Painting”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite