Colori che appiccicano

Sezione dedicata ai colori e non solo
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 235
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Colori che appiccicano

Messaggio da axlrio72 »

Ciao a tutti....
ho un problema che mi attanaglia da tempo, adesso sto provando a cambiare ancora reducer e/o colori...

ma in attesa di trovare la quadra mi si sta rovinando il disegno che sto facendo :-(

In pratica quando sul disegno dò diverse passate di colore per avere sfumature o per correggere... dopo un pò il colore mi resta appicicaticcio e non "secca" mai.. il problema è che mi ci si appiccicano i pelucchi e che il foglio da lucido che metto per coprire le parti già fatte e che tengo con delle calamitine mi si appiccica, con il risultato che quando tolgo il lucido alcuni punti di colore mi restano attaccati...

Io uso etac PS su plastica verniciata a bomboletta acrilica.

per disperazione alla fine ho fatto tutte le prove con i vari additivi che ho dal solo colore, colore + acqua etc etc
DSC_17201.jpg
DSC_17201.jpg (90.79 KiB) Visto 2605 volte
alla fine la combinazione che "appiccica" meno è: o solo colore oppure colore con il reducer 4012 di Createx, invece quello che stavo usando io di solito : colore + sua base extend air + flow aid di liquitex appiccica da far paura.

Adesso la domanda più grande è, visto che oramai questa parte di disegno un pò appiccicaticcia è...
c'è un modo per coprire il disegno senza far appiccicare così tanto?
Suggerimenti per coprire / correggere i punti di colore che mi si sono rovinati..
DSC_17161.jpg
DSC_17161.jpg (83.37 KiB) Visto 2605 volte
DSC_17162.jpg
DSC_17162.jpg (64.52 KiB) Visto 2605 volte
Helppppp :-(

Grazie a tutti per l'aiuto
A.
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 363
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da aeropenna »

Soluzione non semplice, il FLOW AID ed il EXTEND-AIR, sono tutti e due additivi, usane solo uno, non miscelarli assieme, e non usarli senza aggiungere un poco di acqua. possibilmente usa il "extend-air che è della stessa marca......un problema potrebbe essere dato dal supporto verniciato a bomboletta...la vernice acrilica della bomboletta potrebbe aver fatto reazione con il colore....un consiglio, è quello di verniciare il supporto con vernice acrilica artistica, tipo polycolor maimeri in vasetto o liquitex in tubo...che stendi sia ad aerografo che a pennello, poi carteggi leggermente per rendere liscia la superficie, magari passandoci prima con il phon per fissare bene il colore. questo è quello che faccio su alluminio o tela, e non ho mai avuto problemi. ma visto che usi la plastica, fai una prova sul retro del tuo supporto......per coprire le macchie, se sono su un fondo chiaro, puoi usare un grigio chiaro poi un bianco e successivamente il colore di fondo per amalgamare il tutto.............se il fondo è scuro, usa un grigio più scuro poi bianco poi fondo. se ad esempio il buco è sulla pelle, usa un grigio chiaro per coprire il buco, ripassa con un bianco-con una punta di arancio, poi ripassa col colore della pelle che avevi fatto.
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 235
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da axlrio72 »

ciao Aeropenna,
la cosa stranissima è che anche con PS + acqua sola o PS + exteded solo appiccicano, questo non succede se dò una passata o poco più di colore, mentre in parti tipo la pelle dove ho dato diverse passate con diversi colori dopo 4 ..5 strati inizia ad appiccicare tantissimo, quello che non mi aspettavo era che anche con la sola acqua appiccicasse.. invece il colore puro, senza nessuna diluizione resta bello secco.
Se vedi tutte le prove, sul nastro ci sono le varie combinazioni.... e poi come passate di colore ho dato più o meno sempre le stesse per ogni provina magari un pò pesanti..

per correggere secondo te riesco a correggere localmente?? .. il problema che ritrovare la stessa sfumatura, considerando che è sfrutto di più strati trasparenti sarà quasi impossibile sigh....
proverò, adesso andrei avanti poi magari gli do una passata di protettivo trasparente e poi faccio le prove sopra in modo che se non riesco a trovare alla prima la tonalità giusta ho margine per cancellare e riprovare... che dici ??

questo disegno mi sta facendo impazzire, ho già cancellato e rifatto prima tutto il viso, poi solo la parte scura, poi la zona dell'ascella e delle spalle ....vabbé se non è sfidante non è divertente... però che fatica :-)

Ma secondo te può essere la carta da lucido che aiuta ad appiccicare ?? .. ci può essere qualcosa di meglio ?

grazie per i consigli
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 363
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da aeropenna »

ti dirò, a mè non è mai successo, per questo ti ho consigliato di fare una prova sul retro del pannello, usando però un bianco diverso dalla bomboletta....
sicuramente qualcosa ha fatto reazione....cosa c'è di diverso dai tuoi lavori precedenti?..dato che se non sbaglio non è la prima volta che usi la plastica come supporto........dai una leggera carteggiata, stendi un bianco, ricarteggia e asciuga con phon molto bene.....stendi dei colori e'tac e asciuga ancora con phon, e vedi se ti fà ancora reazione.......comunque non credo sia la carta da lucido....quì c'è una reazione chimica, e lo puoi appurare anche facendo una prova su altro supporto, tipo carta, metallo...qualcosa che trovi in casa, usando sempre la bomboletta. poi vedi cosa succede. se usando un bianco artistico riesci, a differenza della bomboletta, vuol dire che la bomboletta fà reazione, quindi la eliminerei...se su un diverso supporto tipo carta legno o metallo, riesci, allora è il supporto...quindi come vedi hai due prove da fare, che ti serviranno per il futuro. comunque ti consiglierei per il futuro di cambiare strategia, eliminare la bomboletta che anche se acrilico, sicuramente contiene solventi o altre cose strane, e di adoperare un fondo acrilico artistico da stendere anche a pennello, per poi carteggiare, colore che sicuramente è in simbiosi con gli e'tac o altra marca. fai quelle due prove poi aggiornaci......dimenticavo, per i ritocchi, sicuramente ti ricordi i colori usati per la pelle, una volta che hai coperto il buco, devi solamente ripercorrere con i colori usati , anche se non nella giusta sequenza...basta andarci molto leggero, in modo che se il tono è troppo scuro, lo puoi ridurre prima di combinare guai, al limite, distribuisci il nuovo tono su tutta la superficie, sempre molto delicatamente, tieni conto che la pelle non ha lo stesso tono dappertutto, per via della luce, delle ombre, delle vene, dei muscoli che la tirano...quindi se in alcune zone il tono è diverso, non dovrebbe compromettere molto.
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 363
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da aeropenna »

aridimenticavo, dai sempre passate leggere, non calcare molto, lascia il tempo di asciugare il colore, poi dai una scaldata col phon...sempre!
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 235
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da axlrio72 »

Grazie Aeropenna dei consigli...
rispetto ai lavori precedenti non ho cambiato granché, forse uso in modo più marcato extended e flow-aid per avere colori più trasparenti.
Anche su casco ho avuto qualche problema con il viso-paesaggio, mentre sul lato opposto meno, così come ho avuto meno problemi sul cupolino, ma penso perché non ho dato molto colore erano sempre strati più leggeri.
Devo dire che anche quando avevo fatto Harley Queen un pochino avevo questo problema,meno marcato però, ed era un altra plastica di supporto e un altra bomboletta.

Porta pazienza, cos'è il bianco artistico ?

Farò altre prove e poi vi aggiorno....

grazie
A.
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 363
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da aeropenna »

per bianco artistico intendo il bianco classico dei colori artistici per pittura o aerografia, liquitex, hansa, e'tac, createx.....il bianco a bomboletta che hai usato, è un colore professionale, per lavorazioni generiche ....può essere che possa fare reazione con i nostri colori, oppure come fondo tra supporto e i nostri colori....mah!...comunque, anche i medium vanno usati con parsimonia, non esagerare nel mischiarli al colore, ed inserisci sempre un poco di acqua. se li vuoi più trasparenti, l'unica è andarci mooolto leggeri , passate delicate, e asciuga con phon dopo ogni passata, male non fà!
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Avatar utente
Carlitos
Messaggi: 353
Iscritto il: 07/02/2019, 23:13
Località: Cosenza

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da Carlitos »

Quando usi per colori di sfondo le classiche bombolette, anche se opache, devi sempre e comunque operare entro certe tempistiche e procedure.
Quel tipo di colore se pure nel nome porta la dicitura acrilico non è affatto la stessa cosa dei colori che poi adoperiamo per disegnare, siano in base acqua o solvente.
Vale il discorso preparazione e pulizia del supporto ma poi la stesura della classica bomboletta deve avvenire in strati sottili dati ad una certa distanza e con un tempo di attesa fra una stesura e l'altra fino alla copertura uniforme. Dopo ciò è consigliabile far asciugare per benino e sempre, sempre opacizzare, poichè essendo smalto acrilico forma un film che anche nella versione opaca restituisce poco grip al successivo colore che noi usiamo per l'aerografia. Questa è una delle prime cose da tenere ben in mente quando si adoperano le comuni bombolette.
I nostri colori se spruzzati così come sono hanno intatta la loro formulazione e quindi si ottiene un minor effetto appiccicaticcio, specie se dati leggeri, per velature. Già puoi notare una certa differenza se ad esempio spruzzi un colore coprente rispetto ad uno trasparente, quest'ultimo il senso di appiccicoso lo mantiene un pò di più. Invece se spruzzi un inchiostro è inferiore.
Quando andiamo a modificare l'originale composizione del colore con diluizione andiamo non solo a renderlo più fluido per poterci lavorare meglio ma rallentiamo anche la capacità del legante di asciugare e quindi aumentiamo questo fenomeno di appiccicaticcio, cosa ancora più amplificata su supporti poco assorbenti. Difatti quando mascheri con la carta da lucido, che resta più assorbente del supporto e del colore in bomboletta, ecco che ti resta attaccato alla maschera nei punti dove il colore si è meno asciugato ed ancorato al supporto stesso.
Le soluzioni possono essere diverse e come ti ha detto zio Enrico una può essere quella di sostituire alla bomboletta, per colorare la partenza, un colore acrilico che puoi stendere in diversi modi. Tramite strati dati a pennello e lisciati di volta in volta, questo ti comporterà una base di partenza meglio ancorata al tuo supporto (che deve esser comunque ben preparato e pulito) e con una buona capacità di ancorare il nuovo colore.
Questo stesso tipo di colore può esser steso anche in altri modi, rullo, pennello in gommapiuma e se diluito bene anche a spruzzo con un ugello magari non da dettaglio.
Io credo che la strategia migliore sia quella di adottare un metodo che ti consenta di convertire la poca assorbenza del supporto in una più adeguata e purtoppo lo smalto acrilico in bomboletta non lo garantisce da subito e dato che l'appiccicaticcio in foma più o meno lieve resta proprio dei nostri acrilici all'acqua bisogna dargli più grip possibile così che nel tempo in cui questo sparisce non incappi in quei fastidiosi distaccamenti di colore.
Anche per questo i più esperti ci hanno sempre riempito la testa col procedere per velature leggere, non sparare il colore a manetta per la fretta di giungere al risultato, proprio per dare tempo al colore di assestarsi ed ancorarsi al meglio, soprattutto quando si lavora col colore allungato a prescindere che sia la sola acqua o reducer specifico.
Ad esempio questo fenomeno è quasi inesistente quando si impiegano i colori a solvente, nonostante si possano diluire molto di più è rarissimo percepire quell'appiccicaticcio :-)
Un altra prova che puoi fare è appunto l'uso del phon, sventola in maniera non esagerata poichè l'aria calda potrebbe rovinarti il supporto plastico se troppo sottoposto al calore intenso ma comunque può aiutare.
Credo che anche l'uso di un fissativo potrebbe darti una mano, logicamente uno buono.
Come al solito ho scritto a fiume e perciò chiedo scusa :-)
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 235
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da axlrio72 »

ciao Carlitos..
grazie per la spiegazione dettagliata.
Farò un pò di prove ulteriori, come dicevo a Aeropenna per ora ho eliminato il medium ETac e il reducer della liquitex che produceva un effetto disastroso e sto usando solo il 4012 della Createx e il problema sembra essere quasi sparito, ma devo indagare meglio.

Quello che veramente mi ha lasciato stupito è che anche la diluizione con solo acqua mi ha dato un risultato veramente appiccicoso.

Il phon è un metodo che già uso, ho preso una mini pistola ad aria calda quella da embossing su amazon, lo trovo molto comodo ... non so se lo conoscete, piccolo e silenzioso fa egregiamente il suo lavoro.

Per la preparazione del fondo proverò come dite voi, ma abbandonare le bombolette è decisamente scomodo sia per il fondo che per gli strati di protettivo intermedio fra le varie fasi del lavoro, spero di trovare una combinazione che mi permetta di continuare.

vi aggiorno al più presto, grazie ancora
ciao
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 363
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: Colori che appiccicano

Messaggio da aeropenna »

come ha anche ribadito carlo, la preparazione del fondo è prioritaria...usare la bomboletta solo per un fattore di tempo o comodità, non è proprio il massimo, io su tela o alluminio, vado a dare molte passate a pennello che poi carteggio, ed adopero un bianco acrilico in vasetto della maimeri, dallo stesso costo di una boccetta tipo hansa, ma con quattro volte il contenuto....e non ho mai avuto problemi di distacco dal supporto, nè tantomeno ho mai usato fissativi o protettivi durante le lavorazioni...poi ogniuno lavora a modo suo, ma se ti capitano questi problemi, forse è il caso che cambi qualcosa, in modo da non impazzire, e potendo dedicarti al lavoro senza l'assillo che qualcosa alla fine potrebbe andare storto.....
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Rispondi