Iwata Custom micron B

Sezione dedicata ai quesiti tecnici sull'aerografo, manutenzione, elaborazione ecc.
Avatar utente
fish99
Messaggi: 181
Iscritto il: 06/02/2019, 15:09
Località: AnzolaEmilia(Bo)

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da fish99 »

concordo con aeropenna non andare sotto 1.9bar e il nero di qualunque marca con lo 0.18 dopo un po è fatica peggio ancora il bianco , comunque dovrai solo pulirlo piu spesso del solito (l'aerografo) :D
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 185
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da axlrio72 »

OK !!!

grazie 1000, effettivamente con la pressione così bassa stavo impazzendo... per colori più "liquidi" può essere un alternativa ma per il nero proprio no.
Avatar utente
Carlitos
Messaggi: 274
Iscritto il: 07/02/2019, 23:13
Località: Cosenza

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da Carlitos »

Io con colori tipo quel nero etac ed il cm b da 0.18 lavoravo intorno ad un bar, però lo diluivo molto. Con questo aerografo in verità ho dovuto aumentare la diluizione di quasi tutte le marche di colori che ho. Forse col micron che ha la coppetta laterale la pressione deve esser mantenuta un pochino più alta, non saprei. In effetti mi sono sempre chiesto se la posizione laterale del serbatoio lo fà funzionare come gli altri aerografi a pescaggio per gravità o per depressione come quelli col serbatoio sotto al corpo. Ad ogni modo non è mai una regola valida per tutti e devi trovare da te i parametri migliori, ci stanno così tante variabili che possono influire ed ognuno di noi ti può dire cose diverse che poi alla fine comunque non si adatterebbero a te. Pensa che tempo fà conobbi su un social uno che faceva microaerografia adoperando i createx classici ed il cm b 0.18 e mi diceva di lavorarci a 0.7 bar ed a seconda della tinta anche a meno. Ora io i createx non li ho mai usati ma è risaputo che sono molto gommosi o densi quindi mi son sempre chiesto come diavolo facesse.
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 185
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da axlrio72 »

capito....
io i Createx classici li ho usati all'inizio e mi hanno fatto impazzire, magari anche perché ero all'inizio, alla fine un pò una quadra per la diluizione l'avevo trovata ... avevo provato tutti i diluenti possibili :-(
ma poi quando hanno iniziato a rimanermi attaccati alle maschere quando lavoravo su plastica li ho sostituiti in blocco.

Invece da poco.. cercando un alternativa agli etac che non si trovano più, non ho resistito alla curiosità e ho acquistato un bianco opaco e un giallo wicked... non li ho ancora usati con lo 0.18.. ma con lo 0.23 il bianco usciva proprio bene e aveva un potere coprente molto alto.

Inoltre sembrano lavorare molto bene come adesione su plastica e non dare problemi di "strappo" dei bordi quando si toglie la mascheratura.

qualcun'altro li usa con continuità ?
amar
Messaggi: 34
Iscritto il: 21/01/2019, 17:52

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da amar »

secondo la mia esperienza credo ci sia molta confusione sulla pressione! io, ma anche altri (Guazzi, ecc) non amiamo le alte pressioni. benché da principio imparai ad usare il paasche vl a 4 bar per consiglio errato di qualcuno, i miei micron lavorano con pressioni da 0,4 fino a 1,2 max. e problemi non ne ho. bisogna fare chiarezza sulle fantomatiche pressioni alte, innanzitutto provate a controllare quanta effettiva pressione utile giunga all'aerografo e avrete delle sorprese. in primis i tubi lunghi determinano un calo fisiologgico della pressione originaria, motivo per cui adopero tubi corti di piu o meno un metro. se a questo aggiungiamo un filtrino anticondenza aggiuntivo oltre quello al riduttore che già abbassa la pressione di suo, la pressione che giunge al puntale è di parecchio inferiore. poi ogni aerografo ha il suo percorso interno dell'aria che funge da riduttore, diverso per tipologia costruttiva per cui pressioni per un tipo o marca non son adatte per altre. per citarne qualcuna provate a misurare l'aria in uscita dal puntale di un v o vjr paasche che necessita di pressioni da 1 bar a salire e noterete che in uscita c'è piu o meno l'aria che esce da un micron a 0,5 bar. ciò è dovuto alla diversa progettazione del canale dell'aria e del relativo effetto venturi. quindi dal vjr in mio possesso ho esaminato che il paasche v riduce la pressione molto più di un micron per cui necessita alzare di più (un po come nella differenza delle pistole classiche e hvlp). il paasche vuole alte pressioni per pochi volumi di aria in uscita mentre il micron bassa pressione per volumi maggiori di aria consumata (hvlp). in pratica la stessa aria in uscita dal puntale di un v paasche la si ottiene in un micron 0,18 con una pressione dimezzata rispetto al primo. in definitiva io con tubo corto senza filtrino aggiuntivo lavoro benissimo qualunque colore a basse pressioni, ma come giustamente dice Carlitos bisogna diluire parecchio considerato che il getto colore è conico e si presuppone che si facciano dettagli a distanza ravvicinata quindi il getto anche se diluito sia concentrato sulla breve distanza, ovvio se si fanno sfumature il discorso cambia, ma devo ricordare che i micron son nati (specie lo 0,18) per disegnare e fare dettagli! oltre a come sempre giustamente gia detto dal preparato Carlitos (che ha fatto i compiti) il supporto poi determina il tipo di diluizione, diverso se poroso o non assorbente, ossia varia la quantità di medium necessario affinché il colore non si espanda o scivoli. il resto è questione di controllo!
Ultima modifica di amar il 09/02/2020, 21:45, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
aeropenna
Messaggi: 286
Iscritto il: 02/01/2019, 17:37
Località: fano (pesaro)
Contatta:

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da aeropenna »

Amar ha dato giustamente, una risposta molto tecnica e qualificata, aggiungo che ogniuno lavora differentemente dagli altri,
anche a parità di macchinario, i compressori sono diversi, i tubi idem, colori e diluizioni pure...alla fine, ogniuno si adatta alle proprie situazioni
quindi non esiste una regola base che vale per tutti......io generalmente tengo la pressione attorno ai 2 bar, dato che rilevo dal manometro del
mio compressore, e difficilmente la vado a correggere, ed è così da anni....quando trovi un valore con cui lavori bene, perchè andare a complicarsi la vita mastricciando ogni due secondi col manometro....molto dipende dai colori che si usano...se li hai molto liquidi, tipo inchiostri, o più densi tipo e'tac ps o vari acrilici...ma in genere, 2 bar è una misura che và bene per tutto, poi molto dipende anche dalla manualità ed esperienza con l'aerografo.
gli occhi vedono solo ciò che è limitato, guarda con il tuo intelletto, e imparerai come si vola
Avatar utente
Carlitos
Messaggi: 274
Iscritto il: 07/02/2019, 23:13
Località: Cosenza

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da Carlitos »

Quindi alla fine si può ancora una volta dare come miglior consiglio quello di smanettare il più possibile fino a raggiungere il proprio personale compromesso di tutte le variabili in gioco in base agli strumenti di cui si dispone e su che cosa li si usa.
Osserva osserva osserva, pratica pratica pratica !! :-)
Così anche chi leggera da novizio potrà avere certezza che la strada è sempre quella.
Avatar utente
fish99
Messaggi: 181
Iscritto il: 06/02/2019, 15:09
Località: AnzolaEmilia(Bo)

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da fish99 »

non avrei saputo sintetizzare meglio, bravo carlitos :D
amar
Messaggi: 34
Iscritto il: 21/01/2019, 17:52

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da amar »

bene! in base a quanto detto, empiricamente si trova il giusto equilibrio. solo va precisato che suggerire una pressione non è corretto, visto le variabili citate. occorrerebbe misurare la pressione in arrivo alla valvola ingresso dell'aerografo a valle di tutto il percorso aria e stabilire quale sia la giusta pressione e questo per ogni modello di aerografo, solo così si potrebbe stabilire il giusto range di pressione oggettivo da suggerire, misurato con manometri di precisione ovvio. usare tubi corti e non troppo morbidi riduce cali di pressione utile all'aerografo a tutto vantaggio del compressore e alla lunga del portafogli. premesso ciò alla fine dire quello che scrive Carlitos risulta la cosa più valida.
aeropenna, grazie per la tua considerazione, preciso che non è sbagliato come lavori, il risultato è quello che conta. il tuo sistema è calibrato così. se abbassi la pressione al tuo manometro probabilmente arrivebbe all'aerografo pressione al di sotto di quella utile.
un salutone a tutti
Avatar utente
axlrio72
Messaggi: 185
Iscritto il: 07/02/2019, 14:54
Località: La Loggia

Re: Iwata Custom micron B

Messaggio da axlrio72 »

Grazie a tutti per i consigli.
ciao
Alberto
Rispondi